Sicurezza in officina: i requisiti dei banchi da lavoro

In questo articolo parleremo delle caratteristiche fondamentali che un banco da lavoro deve avere per essere sicuro e funzionale, anche nelle officine più piccole

Partiamo dalle basi: per chi è indispensabile il banco da lavoro

I banchi da lavoro sono indispensabili per tutti i lavoratori, sia autonomi che per le aziende, che svolgono una parte del lavoro in officina o che, per esigenze di tempo preferiscono tagliare o costruirsi i pezzi di ricambio direttamente in officina, risparmiando quindi tempo e anche soldi, che si rifletteranno sul prezzo finale al cliente, sicuramente più competitivo rispetto alla concorrenza. Sono ottimi anche per chi, anche non essendo un lavoratore autonomo, vuole avere il garage in ordine e con tutti gli attrezzi al posto giusto

A cosa fare attenzione quando si decide di acquistare un banco da lavoro

  • La prima cosa a cui fare attenzione è la portata del banco da lavoro; se il lavoro che svolgi è quello di meccanico per auto, noi consigliamo una portata di almeno 1000 kg, che regge benissimo i pezzi più pesanti, come ad esempio il motore. Una portata così grande, non solo ti permette di sopportare meglio il peso dei pezzi di ricambio che decidi di mettere sopra il banco, ma ti permette anche di non stressarlo troppo per i lavori di routinne, dove una portata così grande non è indispensabile, ma ti permette comunque di far durare più a lungo il banco da te acquistato
  • Materiali del banco da lavoro: ovviamente non tutti i banchi da lavoro sono uguali e ognuno di loro si adatta bene ad un tipo di lavoro; i modelli principali sono in metallo oppure in legno. Il metallo ha una resistenza maggiore alle sollecitazioni come ad esempio colpi di martello, saldature e fiamme ossidriche, il legno invece risulta più flessibile e meglio utilizzabile per quei lavori di precisione in cui è richiesta questa caratteristica. Un esempio è quello di un orologiaio, che dovendo fare operazioni precise e delicate, dovrebbe preferire il legno al metallo
  • Spazio nell’officina: se un’officina è piccola, è indispensabile avere una gestione degli spazi migliore, sia per avere una qualità del lavoro migliore, sia per la sicurezza, in quanto troppe cose in mezzo rischierebbero di farti inciampare, magari mentre sei concentrato sul lavoro che stai svolgendo; il nostro consiglio è di istallare un banco da lavoro, vicino al luogo in cui effettui riparazioni, magari in un angolo, dove avresti tutto a portata di mano e pronto all’opera. Possiamo garantirti che tra tempo risparmiato e attrezzi che non verrebbero persi, il risparmio di soldi sará immediato e continuo nel tempo
  • Umidità dell’officina: in pochi ci fanno caso, ma un’officina esposta ad un’eccessiva umidità, rischierebbe di far arrugginire i tuoi banchi da lavoro in men che non si dica! Per questo che noi rivestiamo i nostri banchi da lavoro con polveri epossidiche, che aderendo come una calamita al metallo (aderenza elettrostatica), proteggono il metallo sia dall’umido che dai trattamenti chimici più aggressivi. In poche parole, se utilizzate acidi, basi particolarmente aggressive o vernici, non avrete nessun problema con i nostri banchi da lavoro, progettati per resistere proprio a questi agenti

Poni il tuo banco da lavoro in una zona luminosa

Dovendo lavorarci a stretto contatto e dovendo utilizzarli per i tuoi lavori quotidiani, una delle caratteristiche più importanti per utilizzarli al meglio è la luminosità della zona dove verranno posti. Vi consigliamo di metterli sotto la luce diretta di una finestra, anche per avere un ricambio d’aria soprattutto se si utilizzano agenti chimici potenzialmente pericolosi. In mancanza delle finestre, va bene anche una lampada che illumini direttamente il banco, meglio se bianca, in modo da non modificare la percezione dei colori

…non dimenticare la corrente!

Adesso che sai dove istallare il tuo banco da lavoro e a cosa fare attenzione, non dimenticare la corrente! Sembra banale, ma se hai bisogno di un banco da lavoro, sicuramente utilizzi anche strumenti elettrici, come trapani, avvitatori, seghe ecc. Se non hai una presa vicina, ma pensi che quel posto sia perfetto per tutte le caratteristiche sopra citate, chiama un elettricista per farti passare la presa proprio dietro il banco da lavoro o acquista una buona prolunga, che però dovrai far passare a lato del muro e bloccarla ad esso con delle piccole chiusure, in modo da non rischiare di inciamparci sopra o di tagliarla, mentre trasporti attrezzi pesanti col carrello

Ti ringrazio per aver letto fino a qui e ricorda, il banco da lavoro non è una spesa, ma un investimento che ti farà recuperare tempo e denaro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chi ha scelto i nostri banchi da lavoro

Marco Manca

Marco Manca

Alta qualità e facile installazione del banco. Posso solo raccomandare questa azienda. 

Marco Manca

Luca Teodori

Grande competenza e professionalità. Prodotti di alta qualità. Una garanzia.

Enrico Vigna

Enrico Vigna

Li consiglio per ogni esigenza, nel mio caso hanno pienamente soddisfatto le mie esigenze. Prodotto eccellente e il prezzo non ha rivali.

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

Nome
Consenso(Obbligatorio)
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Logo Opus LineOPUS-LINE

© Copyright 2022 - TECNOLAM srl - P.iva IT00665600417
Aiuto

Metodo di pagamento

Istruzioni di montaggio

Garanzia

Azienda

Gruppo Tecnolam srl

Blog